FRANCESCO FACINI

HomeI MaestriFRANCESCO FACINI

Francesco FaciniBasso

Francesco Facini, basso, studia canto a Lucca e a Mantova con E. Campogalliani. Si laurea  in Pedagogia all’Università di  Firenze. Studia al  Mozarteum di Salisburgo con Sena Jurinac e Giulietta Simionato. É internazionalmente conosciuto come interprete rossiniano e mozartiano eaffianca all’attività di palcoscenico quello di didatta con regolari Masterclass per i programmi estivi della Wichita University. Ha tenuto per anni masterclass per il Festival della Via Francigena e ad  Hong Kong.

Le sue ultimissisme partecipazioni sono state, a Firenze, Uberto in „Serva padrona“ e il Dr. Split nella prima assoluta di „Risus abundat“ opera di  Andrea Portera diretto dal M.o  Mario Ancillotti e successivamente è stato impegnato in „La traviata“ diretto da Tito Ceccherini con la regia di G. Kuhn presso il Tiroler Festspiele Erl in Austria. Nella Prossima stagione invernale del Tiroler Festspiele sarà Don Bartolo in „Barbiere di Siviglia“ e Alcindoro in Bohème e al Teatro del Giglio di Lucca come Stromminger in Wally di Catalani.

Nel giugno 2016 è stato impegnato a Saarbruecken in Boheme in forma concertante per la Radio Tedesca chiamato da Marc Karel Chichon, direttore con il quale ne era già stato interprete lo scorso anno presso il Concertgebouw di Amsterdam. Al Festival di Erl nell’estate 2016 è stato Melchthal e Gessler in Guglielmo Tell di Rossini diretto da Gustav Kuhn. Nella stagione 2014/ 2015 è stato  Rambaldo in “Rondine “ di Puccini presso il Teatro del Giglio di Lucca con  tournee in vari teatri italiani e Don Bartolo in Barbiere di Siviglia al Nuovo Teatro Sociale di Sondrio diretto da Daniele Agiman.

Nelle ultime stagioni è stato a Siena Don Alfonso in “Così fan tutte” diretto dal M°. Janos Acs e presso  lo Sferisterio di Macerata è stato il Gran Sacerdote di Belo diretto da Antonello Allemandi.

Nel 2013 ha inciso  per la Unitell Classica l’opera “Alzira” di Verdi  nel ruolo di Alvaro diretto da Gustav Kuhn che si aggiunge alle numerose sue incisioni discografiche.

Ha ricevuto a Buggiano Castello il prestigioso Premio „Boris Cristoff“ nel 2012.

Da molti anni è presente nei maggiori teatri italiani e stranieri   principalmente  impegnato in ruoli  mozartiani e  rossiniani . A Lucerna(CH)  debutta, sotto la guida di Marcello Viotti, molti ruoli del suo vasto repertorio come Figaro diNozze di Figaro“ col quale è stato  ospite a Francoforte, Amburgo,  Duesseldorf, Basilea, Verona  e  Don Bartolo di „Barbiere di Siviglia“ che lo ha portato al debutto americano presso il Kennedy Center di Washington  sotto la guida di Heinz Fricke e la regia di Leon Major

Diretto dal Maestro  Alberto Zedda è stato spesso Don Magnifico in „Cenerentola“  alla  New Israeli Opera di Tel Aviv e ancora Don Magnifico e Don Profondo in „Viaggio a Reims „ sotto la regia di Dario Fò alla Finnish Opera di   Helsinki.

Presso il Teatro Bellini di Catania è stato anche splendido Alidoro in „Cenerentola“ diretto da Stefano Ranzani. Di Rossini è stato interprete di Selim in „Turco in Italia“ all’Opera di Roma e in numerosi teatri tedeschi e a Londra. Eè stato anche  Podestà in „Gazzaladra „a Messina.

Ricordiamo poi il suo Dottore in „Wozzeck“ di Berg e  Ashby di „Fanciulla del West“ , Angelotti e Sagrestano  in „Tosca“ all’ Opera di Roma diretto da G.Gelmetti e ancora Selim in „Turco in Italia“ al prestigioso Staatsoper Unter den Linden di Berlino. Con Franco Zeffirelli ha lavorato in „Tosca“ a Roma come Angelotti e successivamente come Sagrestano e  come Zuniga in Carmen all’Arena di Verona.

Di recente è stato Dulcamara in „Elisir d’amore“Don Bartolo in „Nozze di Figaro“ alla Scottish Opera di Glasgow con la regia di Sir Thomas Allen . E’ stato per molti anni Figaro di riferimento in „Nozze di Figaro“ e „Papageno“ in „Flauto magico“ In importantissimi teatri tedeschi (Francoforte, Duessldorf, Amburgo ecc. ) ed anche italiani ( Arena Verona) diretto da grandi direttore come Marcello Viotti, Zoltan Pesko, Stefan Anton Reck ecc.

E’ stato anche  Papageno in „Flauto magico“ di Mozart a  Firenze con  Eva Mei e Luca Canonici dopo averlo  già interpretato già numerose volte con la direzione di  Marcello Viotti al fianco di  Ramon Vargas ed al Teatro Bellini di Catania con la regia del  regista tedesco Werner Herzog diretto dal Maetro Zoltan Pesko (col quale ha spesso collaborato).